Accedi

Accedi al tuo profilo

Nome utente *
Password *
Ricorda il login

In prima pagina

L'Autorità Portuale del Levante al “Seatrade Cruise Shipping Convention” di Miami

seatrade_miami"Bari, Barletta e Monopoli. Three ports, one network, hundreds of destinations".
Con questo slogan l’Autorità Portuale del Levante partecipa quest’anno all’evento “Seatrade Cruise Shipping Convention”, la fiera mondiale della crocieristica, in programma da oggi a Miami sino al 18 marzo, nell’ambito della collettiva italiana organizzata dall’ICE – Istituto per il Commercio Estero.
Alla manifestazione di settore, tra le più accreditate, per la qualità e il numero di armatori e tour operators che a livello mondiale vi prendono parte, arricchita nei contenuti e nell’offerta complessiva,  grazie al contributo dei due porti minori, l’Autorità Portuale del Levante, si presenta con un significato più ampio sotto il profilo dell’offerta turistica del territorio.
Nel rinnovato stand dell’AP del Levante, nel corso della tre giorni, saranno illustrati agli operatori del settore, i nuovi servizi e le infrastrutture dedicate al traffico crocieristico dei tre scali portuali, con un occhio di riguardo ai  servizi aggiuntivi e alle nuove facilities, nonché alla nuova operatività della Darsena di Ponente del Porto di Bari, a seguito del completamento degli interventi di infrastrutturazione.
Il presidente dell’AP del Levante, Franco Mariani,  ha  manifestato grande soddisfazione per l’ottimo livello di sintesi e coordinamento raggiunto  con i soggetti istituzionali interessati all’ iniziativa e parimenti motivati alla promozione della nuova offerta di servizi e infrastrutture e al recupero dell’identità storica e della vocazione turistica di questa provincia e dei porti di riferimento di Bari, Barletta e Monopoli.
L’evoluzione del mercato crocieristico, sempre più interessato al Mediterraneo, ed i volumi positivi di traffico fatti registrare nel 2000 dal movimento passeggeri nel Porto di Bari con circa 2 milioni di passeggeri  – ha detto Mariani - ci stimolano ad intraprendere iniziative a supporto di tali logiche, prima fra tutte, la  realizzazione nell’ambito della nostra autonoma programmazione, sulle nuove banchine dedicate al traffico cruise e ferry, di una nuova e moderna struttura ricettiva a servizio della comunità barese e della Puglia intera e a beneficio del quel milione ed oltre di passeggeri che ogni anno scalano il Porto di Bari”.
“Stiamo lavorando al rafforzamento del binomio domanda/offerta – ha confermato il presidente Mariani – per continuare nell’opera, già oggi in buona parte realizzata, della destagionalizzazione del turismo da crociera”.
I dati consuntivi di fine anno, parlano chiaro. Anche per il 2009, quello del porto di Bari è stato un bilancio positivo che non ha risentito della particolare congiuntura negativa dei mercati. Il trend positivo consolidatosi  nel corso degli ultimi anni, ha portato a Bari nel corso dell’ultimo anno 1.961.263 il 6% in più rispetto al 2008. Un record storico per il porto capoluogo di regione, che consolida il dato già positivo degli ultimi anni e conferma Bari in un posto di riguardo nella classifica degli scali leader nel Mediterraneo. Ottimo anche il risultato del traffico croceristico homeport per il 2009, attestatosi a quota 228.259 con un incremento del 30% rispetto al 2008  (176.254), per un totale di 567.885 croceristi, il 22% in più rispetto alla precedente stagione.